Jitsi-meet il server di videoconferenza del GULLi

Jitsi è un sistema di teleconferenza già noto a molti. Questo prodotto, free ed open source, ha tutte le caratteristiche richieste da un moderno sistema di teleconferenza: multi-utenza, inviti tramite semplici indirizzi internet, condivisione dei desktop o delle applicazioni degli utenti, chat. Inoltre non è necessario registrarsi per accedere ad una conferenza.
Diversi siti fra cui Jitsi.org, Italian Linux Society offrono accessi gratuiti ai propri server, mai come ora utili a supportare le attività in remoto. In questo contesto il GULLi ha voluto sperimentare il sistema completo jitsi-meet installandolo sul proprio server. L’installazione è stata effettuata su un sistema Debian 10 sfruttando il sistema di container software docker. Il sistema è attualmente in fase di test e presto verranno valutate le occasioni di utilizzo. Per ulteriori informazioni e per partecipare ai test potete usare i nostri contatti.

#IORESTOACASA

Gli incontri serali del GULLi continuano anche se in modalità “virtuale”. E’ l’occasione per parlare di Linux e di Open Source sperimentando diverse piattaforme di videoconferenza. Il prossimo incontro è programmato per

Giovedi 2 aprile 2020 ore 21:00

Useremo la piattaforma Google Hangout , potrai collegarti usando il tuo account Google/GMail. Pubblicheremo il link prima dell’inizio dell’evento.

Pubblicato in Vari

Un contenitore per ogni esigenza

Una delle caratteristiche interessanti di FreeCAD è la possibilità di gestire le nostre realizzazioni in modo parametrico. Un disegno parametrico permette di variare le dimensioni  del nostro oggetto, pur specificando però quale componente debba o meno risentire dello scalamento.

L’esempio allegato è una semplice scatola con un coperchio per accogliere qualche nostro piccolo progetto, di cui vogliamo cambiare le seguenti dimensioni:

  • larghezza
  • lunghezza
  • altezza
  • spessore della parete

FreeCAD ci offre la funzionalità “Spreadsheet” e ci permette di variare a piacimento le dimensioni, “a tavolino” su un foglio elettronico.

Al variare delle dimensioni la scatola e il tappo si modificano automaticamente, come pure i fori per le viti di fissaggio.

In pratica nel foglio elettronico inseriamo le misure desiderate e queste una volta “collegate” alle dimensioni del disegno, lo modificano di conseguenza

Il progetto FreeCAD completo è disponibile con licenza CC-BY-SA e può essere scaricato da questo link.


Il progetto è stato curato da M. Ricciardi nell’ambito del Gruppo di Studio “Modellazione 3D 2018-2019” del Gruppo Utenti Linux di Livorno.