7ª Edizione dell’ Happy Hour della Scienza e della Tecnica

Pontedera, 4 maggio 2017 – Il GULLi ha partecipato alla 7ª Edizione dell’Happy Hour della Scienza e della Tecnica organizzata dall’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Marconi” di Pontedera. Ospiti dell’area dedicata alla Robotica e Meccatronica, abbiamo potuto presentare le stampanti 3D e parlare di Linux e delle soluzioni Open Source per la prototipizzazione rapida. L’evento era pubblico e molti gruppi di studenti sia dell’ITIS che di altre scuole hanno apprezzato le spiegazioni dettagliate del nostro instancabile e appassionato Emiliano. Continua a leggere

Iniziato il corso “Arduino” avanzato

È iniziato il 13 aprile scorso il corso di livello avanzato sul famoso controllore Arduino. Anche questa volta il corso sarà tenuto dal nostro Emiliano Agostini e fornirà nozioni teoriche e pratiche che andranno ad arricchire quelle già acquisite nel corso “base”. Nelle lezioni si parlerà di:

  • Servomotori
  • Lettori e schede RF ID
  • Comunicazioni wireless NRF24
  • Sensore ambientale di temperatura, pressione e umidità
  • Controllo di motori passo-passo per realizzare uno strumento a lancetta
  • Comunicazione Ethernet e scheda microSD

A tutti i soci partecipanti i migliori auguri di buon corso!

Trovi altre informazioni su questo e sugli altri corsi nella sezione dedicata ai corsi.

Commodore64 >> CommodorePI-Mod

Per chi è nato negli anni 70 sicuramente si ricorderà di questo computer che ha scritto in parte, la storia del personal computer:

il Commodore 64, per gli amici il ” Biscottone ” 🙂c64_box

Spinto dal processore 6510 della MOS Technology ad 8 bit, 64K di memoria ram, è stato uno dei personal computer più venduti al mondo.

Purtroppo può capitare che la scheda madre di questo computer decida di lasciarci ed in preda alla disperazione, siate intenzionati a lanciarlo nella pattumiera, insieme ai ricordi dei bei tempi trascorsi insieme. NON FATELO !!!

Esistono diversi modi di riutilizzare questo computer e tra i vari hacking che si trovano in giro su internet, uno in particolare ha attirato la mia attenzione, il Commodore PI.

L’hacking in questione prevede di sostituire la scheda madre andata, con un moderno computer dalle dimensioni molto ridotte, il Raspberry PI. Questo mini-computer è dotato di un processore a 700Mhz con architettura ARM a 32 bit, 1Gb di memoria ram, uno slot microSD utilizzato per ospitare il sistema operativo, uscita video HDMI e composita, scheda di rete ethernet e ben 4 porte USB 2.0. Continua a leggere

Xoscope-Oscilloscopio open-source

Se il vostro sogno è possedere un oscilloscopio a costo zero, da oggi è possibile grazie a Linux e Xoscope.

IMG_20160726_225927

Adesso penserete che per realizzare questo progetto, dobbiate costruire una scheda di acquisizione molto complicata, oppure diventare matti in configurazioni macchinose del vostro computer.

Niente di più sbagliato.

Xoscope sfrutta la vostra scheda audio, per acquisire i segnali elettrici direttamente dal connettore del microfono, quindi è solo necessario modificare un cavo audio stereo che abbia almeno uno spinotto jack da 3.5mm, installare Xoscope ed il gioco è fatto.

Ma adesso basta chiacchere, passiamo all’azione.

Come primo passo ci occuperemo di creare un cavo che ci permetta di acquisire dei segnali. Nel mio caso ho utilizzato un cavo audio stereo, maschio-maschio con jack da 3.5mm, una presa femmina jack da 3.5mm stereo, un paio di cavi bipolari recuperati dal case di un vecchio pc e della guaina termo-restringente, per isolare le connessioni.

Ecco tutto il necessario. Continua a leggere

Contatore di accessi con Arduino

Il corso di Arduino organizzato dal GULLi è stato un successo. La soddisfazione sui risultati ottenuti ci fa pensare ad un seguito. Ecco quindi la proposta di un piccolo progetto basato su Arduino, dove ognuno può contribuire in base alle proprie possibilità.

L’idea è nata su una considerazione maturata dopo gli ultimi Linux Day. Ogni anno riteniamo di avere un numero maggiore di visitatori, ma non abbiamo mai potuto contarli. Abbiamo quindi pensato ad una soluzione tecnologica: un CONTATORE DI ACCESSI.

Una volta realizzato vorremmo installare il dispositivo vicino alla porta di  ingresso del prossimo Linux Day. Un Arduino dovrà contare le persone che entrano e quelle che escono. Il conteggio dei presenti, del più alto numero di visitatori ed altro verrà mostrato su un monitor nella sala e pubblicato on-line.

Per il conteggio pensavamo di utilizzare dei pinger ad ultrasuoni del tipo HC-SR04, già visti in azione in un Linux Day passato insieme a Daniele, che in pratica ritornano la distanza dell’ ostacolo che ha davanti, come un piccolo radar. Il passaggio di un visitatore farà diminuire la distanza per un certo periodo di campioni. Nel nostro caso non saremo interessati al valore di distanza, ma al cambiamento di tale valore generato dal passaggio di una persona davanti ai sensori. Per semplificare la presentazione del concetto, i segnali di uscita della figura seguente indicano quando la distanza misurata con Arduino ed il software che verrà sviluppato hanno rilevato una variazione.

La sequenza di cambiamenti fra due sensori posti nel verso di ingresso uscita dará la direzione del movimento.

Arduino Contatore Presenze - Sequenza segnali

Una persona che attraverserà la soglia di ingresso  farà generare un segnale su uno dei due sensori (#1 OR #2). Se il segnale successivo sarà sul sensore #2, vorrà dire che la persona sta entrando. Se il segnale successivo sarà sul sensore #1, vorrà dire che la persona sta uscendo.

I conteggi verranno quindi inviati ad un PC per la visualizzazione e l’invio alla pagina web.

Chi fosse interessato a seguire il progetto può inviare una mail ad “infoATlinux.livorno.it”.