PyconX

Credito: Python Italia

Nei giorni scorsi ho partecipato al PyconX – conferenza di Python Italia che si è svolta a Firenze dal 2 al 5 maggio 2019.

Io ho partecipato tutti i giorni esclusa la domenica. Per quanto abbia avuto modo di leggere articoli su Python in passato mi ci sono avvicinato solo di recente in modo specifico e questo è il primo convegno al quale ho preso parte.

Innanzitutto la conferenza di Python Italia è stata organizzata veramente molto bene. Il numero degli iscritti ha superato i 660. Complimenti agli organizzatori.

Il programma della conferenza è stato molto nutrito e c’è stato solo l’imbarazzo della scelta.
A parte le conferenze plenarie sono state programmate 5 conferenze e 2 workshop in contemporanea su varie tematiche.

La conferenza in generale era suddivisa su due linee di indirizzo:
– il Python come linguaggio di programmazione ed esempi di applicazioni sviluppate con questo linguaggio con tre sale in contemporanea.
– l’utilizzo del Python per il Data Science e per questo c’erano due sale dedicate specificatamente a questo tema sintetizzato con l’etichetta PyData.

Nel programma è stata prevista anche una sessione denominata Django Girls orientata al mondo femminile nello sviluppo del codice in Python.

In particolare io ho seguito:
Continua a leggere

Linux e radioamatori

Venerdì 26 aprile gli amici del GOLEM organizzano un nuovo incontro dedicato alla ricezione di trasmissioni radioamatoriali con Linux.

Questo sarà un incontro più teorico, che segue i due precedenti incontri pratici.

L’ultima volta abbiamo usato:

  • chiavetta RTL per la ricezione
  • gpredict per calcolare il passaggio della ISS e per compensare l’effetto doppler
  • gqrx per demodulare l’audio
  • audacity per registrare l’audio (per sicurezza)
  • qsstv per decodificare l’immagine

Un contenitore per ogni esigenza

Una delle caratteristiche interessanti di FreeCAD è la possibilità di gestire le nostre realizzazioni in modo parametrico. Un disegno parametrico permette di variare le dimensioni  del nostro oggetto, pur specificando però quale componente debba o meno risentire dello scalamento.

L’esempio allegato è una semplice scatola con un coperchio per accogliere qualche nostro piccolo progetto, di cui vogliamo cambiare le seguenti dimensioni:

  • larghezza
  • lunghezza
  • altezza
  • spessore della parete

FreeCAD ci offre la funzionalità “Spreadsheet” e ci permette di variare a piacimento le dimensioni, “a tavolino” su un foglio elettronico.

Al variare delle dimensioni la scatola e il tappo si modificano automaticamente, come pure i fori per le viti di fissaggio.

In pratica nel foglio elettronico inseriamo le misure desiderate e queste una volta “collegate” alle dimensioni del disegno, lo modificano di conseguenza

Il progetto FreeCAD completo è disponibile con licenza CC-BY-SA e può essere scaricato da questo link.


Il progetto è stato curato da M. Ricciardi nell’ambito del Gruppo di Studio “Modellazione 3D 2018-2019” del Gruppo Utenti Linux di Livorno.